Frasi su Napoli: le 25 più belle e simpatiche

Frasi su Napoli

Napoli, grazie ai suoi abitanti e alla sua lunga storia, è una città unica al mondo, che da sempre ispira i pensieri e le parole di tanti grandi scrittori, filosofi, poeti e personaggi storici.

Sono tanti, infatti, i personaggi che sono rimasti colpiti da questa città innamorandosene perdutamente.

Ecco quindi la nostra raccolta di frasi su Napoli che ne sottolineano la bellezza e gli aspetti anche più curiosi, divertenti e contraddittori. Scoprile subito!

Aforismi, citazioni e frasi su Napoli

Il Papa è a Roma, Dio è a Napoli.
(Jean Cocteau)

Quando mi parlano di bellezza mi viene in mente, come prima immagine, Napoli.
(Lucio Dalla)

Vedi Napoli e poi muori.
(Johann Wolfgang von Goethe)

Frasi vedi Napoli muori Goethe

La città si sveglia di nuovo coi Pulcinella, i borsaioli, i comici e i mendicanti; con gli stracci, le marionette, i fiori, la vivacità, la sporcizia e la universale degradazione; si risveglia sciorinando al sole il suo abito d’Arlecchino, l’indomani e tutti gli altri giorni, cantando e digiunando, danzando e giocando sulla riva del mare.
(Charles Dickens)

Napoli non è una città, è un mondo.
(Marco Masini)

Libera dalle improvvise ceneri il tuo volto semidistrutto, o Partenope, e le tue chiome, sepolte sotto il monte scosso dall’aria che soffia al suo interno, poni sul tumulo e sulle reliquie del tuo grande figlio.
(Publio Papinio Stazio)

Non sono italiana, sono napoletana! È un’altra cosa!
(Sophia Loren)

Napoli è un paradiso abitato da diavoli.
(Benedetto Croce)

A Napoli il semaforo rosso non è un divieto, è solo un consiglio.
(Luciano De Crescenzo)

Eccoci finalmente qui. Un proverbio italiano dice: – Vedi Napoli e poi muori!, ma io dico: – Vedi Napoli e vivi – perché c’è molto qui degno di essere vissuto.
(Arthur John Strutt)

Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli.
(Luciano De Crescenzo)

Frasi mondo bisogno Napoli De Crescenzo

I napoletani sono ipocriti, sembrano allegri, invece sono tristi. La gente li osserva, e loro fanno finta di essere spensierati. Non s’impegnano, perché da quando avevano in casa i mori sanno come va a finire.
(Peppino De Filippo)

E a Napoli non si sa mai se sia una recita o se si faccia sul serio.
(Giorgio Bocca)

Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.
(Stendhal)

Amo Napoli perché mi ricorda New York, specialmente per i tanti travestiti e per i rifiuti per strada. Come New York è una città che cade a pezzi, e nonostante tutto la gente è felice come quella di New York.
(Andy Warhol)

Per consiglio, nelle prossime statistiche eliminate Napoli, è troppo fuori scala, esagerata, per poterla misurare.
(Erri De Luca)

Io so questo, che i napoletani oggi sono una grande tribù che anziché vivere nel deserto o nella savana, come i Tuareg e i Beja, vive nel ventre di una grande città di mare.
(Pier Paolo Pasolini)

Napoli è rimasto per me un certo paese magico e misterioso dove le vicende del mondo non camminano ma galoppano, non s’ingranano ma s’accavallano, e dove il sole sfrutta in un giorno quello che nelle altre regioni tarda un mese a fiorire.
(Ippolito Nievo)

Se volete fare qualcosa di buono, fuitevenne ‘a Napoli.
(Eduardo De Filippo)

Quando sarò morto tornerò a Napoli a fare il fantasma, perché qui la notte è indicibilmente bella.
(Hans Christian Andersen)

Frasi Napoli notte belle Andersen

Il napoletano lo si capisce subito da come si comporta, da come riesce a vivere senza una lira.
(Totò)

Gloria d’Italia e ancor del mondo lustro, madre di nobiltade e di abbondanza, benigna nella pace e dura in guerra.
(Miguel de Cervantes)

Tutto è azzurro a Napoli. Anche la malinconia è azzurra.
(Libero Bovio)

Napoli per me non è la città di Napoli ma solo una componente dell’animo umano che so di poter trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no.
(Luciano De Crescenzo)

Credimi, per chi ha un po’ d’onore e di sangue nelle vene, è una gran calamità nascere napoletano.
(Carlo Filangieri)

Napoli ha avuto un grande filosofo: Pulcinella.
(Libero Bovio)

Colpito dalla prima apparizione di Napoli. Grandi folle, strade belle, edifici alti.
(Herman Melville)

Napoli è un paradiso; tutti vivono in una specie di ebbrezza e di oblio di se stessi. A me accade lo stesso; non mi riconosco quasi più, mi sembra d’essere un altr’uomo. Ieri mi dicevo: o sei stato folle fin qui, o lo sei adesso.
(Johann Wolfgang von Goethe)

Io che ho girato tutto il mondo…’o sole ‘e Napule nun l’aggia maje truvate a nisciuna parte!
(Roberto Murolo)

Napoli, città più popolata di tutte relativamente alla sua grandezza, li cui voluttuosi abitanti sembrano collocati sui confini del paradiso e dell’inferno.
(Edward Gibbon)

X