Festa della Repubblica del 2 giugno 2020: le 25 frasi più belle

Frasi per la Festa della Repubblica del 2 giugno

Il 2 giugno è un giorno molto importante della storia italiana, in quanto in questo stesso giorno del 1946 i nostri predecessori furono chiamati a partecipare a un referendum istituzionale per decidere a quale forma di stato, tra monarchia o repubblica, affidare il Paese.

Questo voto fu anche il primo del territorio italiano a suffragio universale e rappresenta una svolta nella storia del nostro paese dopo vent’anni di regime dittatoriale che ridusse l’Italia allo stremo. Esso portò anche alla nascita della Costituzione, insieme di 139 articoli che garantiscono ancora oggi la nostra libertà.

Qui di seguito una selezione delle più belle e significative frasi per la Festa della Repubblica Italiana del 2 giugno adatte a celebrare la nascita della Repubblica Italiana, nonché l’anniversario della morte di Giuseppe Garibaldi. Eccole!

Aforismi, citazioni e frasi per la Festa della Repubblica del 2 giugno

O la Repubblica o il caos.
(Pietro Nenni)

Dietro ogni articolo della Carta Costituzionale stanno centinaia di giovani morti nella Resistenza. Quindi la Repubblica è una conquista nostra e dobbiamo difenderla, costi quel che costi.
(Sandro Pertini)

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
(Articolo 1 della Costituzione Italiana)

Frasi Italia Repubblica costituzione

Il nostro obiettivo é la creazione di una società di liberi e di uguali, nel quale non ci sia sfruttamento da parte di uomini su altri uomini.
(Palmiro Togliatti)

La bandiera italiana è un vessillo di libertà conquistata da un popolo che si riconosce unito, che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di eguaglianza, di giustizia. Nei valori della propria storia e della propria civiltà.
(Carlo Azeglio Ciampi)

Popolo, ricordati che se nella Repubblica la giustizia non regna con impero assoluto, la libertà non è che un vano nome!
(Maximilien de Robespierre)

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.
(Articolo 12 della Costituzione Italiana)

Bisogna che la Repubblica sia giusta e incorrotta, forte e umana: forte con tutti i colpevoli, umana con i deboli e i diseredati. Così l’hanno voluta coloro che la conquistarono dopo venti anni di lotta contro il fascismo e due anni di guerra di liberazione.
(Sandro Pertini)

Una volta che una Repubblica è corrotta, non c’è possibilità di rimediare se non rimuovendo la corruzione e ripristinando i suoi principi perduti; ogni altra correzione è inutile o dannoso.
(Thomas Jefferson)

La Repubblica è il governo della gente onesta, e se ne vide la prova in tutte le epoche. Esse durano mentre virtuose, e cadono quando corrotte e piene di vizi.
(Giuseppe Garibaldi)

Alla più perfetta delle dittature preferirò sempre la più imperfetta delle democrazie.
(Sandro Pertini)

Frasi dittature democrazie Pertini

Oggi la nuova resistenza in che cosa consiste. Ecco l’appello ai giovani: di difendere queste posizioni che noi abbiamo conquistato; di difendere la Repubblica e la democrazia. E cioè, oggi ci vuole due qualità a mio avviso cari amici: l’onestà e il coraggio. L’onestà… l’onestà… l’onestà. […] E quindi l’appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto: la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c’è qualche scandalo. Se c’è qualcuno che dà scandalo; se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato!
(Sandro Pertini)

Una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica.
(Piero Calamandrei)

Le repubbliche vengono create dalla virtù, dallo spirito pubblico e dall’intelligenza dei cittadini. Esse falliscono quando i saggi vengono banditi dai consigli pubblici, perché osano essere onesti, e gli sconsiderati vengono premiati, perché adulano la gente, in modo da poterla tradire.
(Joseph Story)

La democrazia è un meccanismo che ci assicura che non saremo governati meglio di quanto meritiamo.
(George Bernard Shaw)

La Patria non è un’opinione. O una bandiera e basta. La Patria è un vincolo fatto di molti vincoli che stanno nella nostra carne e nella nostra anima, nella nostra memoria genetica. È un legame che non si può estirpare come un pelo inopportuno.
(Oriana Fallaci)

In una Repubblica è necessario rispettare questa regola: la maggioranza non deve avere il potere predominante.
(Marco Tullio Cicerone)

Uno squilibrio tra ricchi e poveri è la malattia più antica e più fatale di tutte le repubbliche.
(Plutarco)

La Costituzione è il fondamento della Repubblica. Se cade dal cuore del popolo, se non è rispettata dalle autorità politiche, se non è difesa dal goveno e dal Parlamento, se è manomessa dai partiti verrà a mancare il terreno sodo sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e ancorate le nostre libertà.
(Luigi Sturzo)

Una nazione di pecore genererà un governo di lupi.
(Edward Murrow)

Frasi nazione pecore lupi

Nella Repubblica della mediocrità il genio è pericoloso.
(Robert Ingersoll)

Volgendo lo sguardo al nostro passato ci si accorge di quanto cammino sia stato fatto dalla Repubblica per garantire agli italiani democrazia, libertà, benessere, giustizia, diritti, qualità della vita. Di quanti ostacoli siano stati superati, quando è prevalsa la coesione, il senso di responsabilità, la lungimiranza. Di questo dobbiamo essere fieri, senza che questo possa indurre a trascurare i tanti problemi e le tante difficoltà che emergono. Questa storia ci induce quindi a guardare al futuro con maggiore ottimismo e forza d’animo: il 2 giugno, oggi come ieri, è una festa per tutti gli italiani.
(Sergio Mattarella)

Questa Repubblica non fu fondata da codardi; e i codardi non la preserveranno.
(Elmer Davis)

La corruzione è una nemica della Repubblica. E i corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare la solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventarecomplici di questi corrotti.
(Sandro Pertini)

La democrazia è la peggior forma di governo, eccezione fatta per tutte le altre.
(Winston Churchill)

Una Repubblica senza cittadini riputati non può stare, né può governarsi in alcun modo bene; dall’altro canto, la riputazione de’ cittadini è cagione della tirannide delle repubbliche.
(Niccolò Machiavelli)

Quando il 2 Giugno 1946 nacque la Repubblica, tutti avemmo la consapevolezza che conservare integri nel tempo gli ideali cui essa si ispirava, avrebbe comportato momenti di duro impegno ed anche grandi sacrifici.
(Giovanni Leone)

La democrazia è una piacevolissima forma di governo, piena di varietà e di disordine, e dispensa una sorta d’eguaglianza agli uguali come agli ineguali.
(Platone)

In ogni Repubblica vi dovrebbe essere un corpo adatto a correggere i pregiudizi, frenare le passioni smodate e controllare le opinioni incostanti di un’assemblea popolare.
(Alexander Hamilton)

X