Le 50 più belle frasi sull’Italia e sugli Italiani

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
Loading...
Le 50 più belle frasi sull’Italia e sugli Italiani

L’Italia, così come gli italiani, è un paese ricco di contraddizioni amabile e colto, ma allo stesso tempo disordinato e indisciplinato. Non è facile definire chi siamo e cosa vogliamo, in quanto raramente uniti se non davanti a una partita di pallone.

Ma forse il bello dell’Italia e degli italiani è proprio questo: l’essere sempre un po’ imprevedibile e difficile da catalogare.

Vediamo quindi una selezione delle più belle frasi sull’Italia e sugli italiani che ci aiuteranno a capire meglio chi siamo e dove vogliamo andare. Eccole!

Aforismi, citazioni e frasi sull’Italia e sugli italiani

In Italia si punisce il peccato come se fosse un delitto, e si perdona il delitto come se fosse peccato.
(Gaetano Salvemini)

Gli italiani non si dividono in furbi e in fessi, sono nello stesso tempo tutti furbi e fessi.
(Indro Montanelli)

Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio.
(Winston Churchill)

Frasi italiani calcio guerre Churchill

Gli italiani quando sono in due si confidano segreti, tre fanno considerazioni filosofiche, quattro giocano a scopa, cinque a poker, sei parlano di calcio, sette fondano un partito del quale aspirano tutti segretamente alla presidenza, otto formano un coro di montagna.
(Paolo Villaggio)

Io paragono l’Italia con il resto dell’universo, come un magnifico quadro con un muro imbiancato a calce.
(Marija Konstantinovna Baškirceva)

Gli italiani sono un popolo di sedentari. Chi fa carriera ottiene una poltrona.
(Gino Bartali)

Se il muro di Berlino fosse stato costruito dagli italiani, sarebbe caduto naturalmente.
(Roberto Benigni)

In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, avevano 500 anni di pace e di democrazia. E cosa hanno prodotto? L’orologio a cucù.
(Orson Welles)

Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!
(Dante Alighieri)

Frasi Italia Dante

Noi italiani vorremmo fare la rivoluzione col permesso dei carabinieri.
(Leo Longanesi)

Italia, popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori e trasmigratori.
(Benito Mussolini)

Gl’Italiani hanno voluto far un’Italia nuova, e loro rimanere gl’Italiani vecchi di prima, colle dappocaggini e le miserie morali che furono ab antico il loro retaggio; perché pensano a riformare l’Italia, e nessuno s’accorge che per riuscirci bisogna, prima, che riformare sé stesso.
(Massimo d’Azeglio)

Che luogo triste è l’Italia! Un paese piombato nel sonno, e senza alcuna prospettiva di risvegliarsi.
(Charles Dickens)

E come si potrebbe non amare Italia? Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l’Italia.
(Henryk Sienkiewicz)

Cara Italia, perché giusto o sbagliato che sia questo è il mio paese con le sue grandi qualità ed i suoi grandi difetti.
(Enzo Biagi)

Forse uno dei guai dell’Italia è proprio questo, di avere per capitale una città sproporzionata per nome e per storia, alla modestia di un Popolo che quando grida ‘forza Roma’ allude solo ad una squadra di calcio.
(Indro Montanelli)

È dall’Italia, che noi lanciamo per il mondo questo nostro manifesto di violenza travolgente e incendiaria, col quale fondiamo oggi il Futurismo perché vogliamo liberare questo paese dalla sua fetida cancrena di professori, d’archeologi, di ciceroni e d’antiquari.
(Filippo Tommaso Marinetti)

Già per troppo tempo l’Italia e stata un mercato di rigattieri. Noi vogliamo liberarla dagl’innumerevoli musei che la coprono tutta di cimiteri innumerevoli.
(Filippo Tommaso Marinetti)

Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia.
(Pier Paolo Pasolini)

Gli italiani – se ci si mettono di picca – non muoiono neanche se li ammazzano.
(Giovannino Guareschi)

Ho vissuto a Milano una esperienza che mi ha confermato nell’idea che il nostro popolo è capace delle più grandi cose quando lo anima il soffio della libertà e del socialismo.
(Sandro Pertini)

Gli italiani sono un popolo di credenti: a tutto.
(Gianni Boncompagni)

E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca. Guai a chi me la ruba, guai a chi me la invade.
(Oriana Fallaci)

Frasi Italia Fallaci

I francesi sono degli Italiani di cattivo umore. Gli italiani, all’opposto, sono dei Francesi di buon umore.
(Jean Cocteau)

Il nostro paese è un paese pieno di talenti senza carriere e di carriere senza talenti.
(Gianfranco Funari)

Italia – magnifico paese! Per te l’anima geme e si strugge…
(Nikolaj Vasil’evič Gogol’)

È stato il prete che ha avuto il merito di educare gli italiani all’umiliazione ed al servilismo. Mentre lui si faceva baciare la pantofola dagli imperatori, chiedeva agli altri esercitassero l’umiltà cristiana.
(Giuseppe Garibaldi)

Se tutti gli italiani pagassero le tasse saremmo fritti: non ci resterebbe più nulla in cui sperare.
(Altan)

L’Italia è piena di attori, cinquanta milioni di attori, e quasi tutti bravi. I pochi cattivi si trovano sui palcoscenici e nei cinema.
(Orson Welles)

L’umiltà è una virtù stupenda. Il guaio è che molti italiani la esercitano nella dichiarazione dei redditi.
(Giulio Andreotti)

L’italiano è un popolo straordinario. Mi piacerebbe tanto che fosse un popolo normale.
(Altan)

Governare gli italiani non è difficile, ma inutile.
(Benito Mussolini)

Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani.
(Massimo d’Azeglio)

Piangi, che ben hai donde, Italia mia.
(Giacomo Leopardi)

Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l’altra sono gli spaghetti.
(Catherine Deneuve)

Bisogna essere degni del popolo italiano. Non è degno del popolo italiano colui che compie atti di disonestà. I corrotti ed i disonesti sono indegni di appartenere al popolo italiano, e devono essere colpiti senza alcuna considerazione.
(Sandro Pertini)

L’Italia? Un paradiso abitato da diavoli.
(Henry Wotton)

Gli italiani lo fanno meglio.
(Madonna)

L’Italia è un’espressione geografica.
(Klemens von Metternich)

L’italiano è sicuro di sé perché è irrequieto ed esaltabile, e facilmente si dimentica di se stesso e degli altri.
(Lev Tolstoj)

O d’ogni vizio fetida sentina, dormi, Italia imbriaca, e non ti pesa ch’ora di questa gente, ora di quella che già serva ti fu, sei fatta ancella?
(Ludovico Ariosto)

Voglio farti ubriacare e tirarti fuori il fegato e metterti un buon fegato italiano e farti ritornare un uomo.
(Ernest Hemingway)

Qui è tutto ammirevole, fatta eccezione per il clima morale che fa rammentare di non considerare tutto questo il paradiso.
(Madame de Staël)

Gl’italiani hanno piuttosto usanze e abitudini che costumi. Poche usanze e abitudini hanno che si possano dir nazionali, ma queste poche, e l’altre assai più numerose che si possono e debbono dir provinciali e municipali, sono seguite piuttosto per sola assuefazione che per ispirito alcuno o nazionale o provinciale.
(Giacomo Leopardi)

L’Italia – direbbe il loro e mio Shakespeare – è una rosa troppo bella, troppo profumata, per non accogliere nel suo grembo il verme più ripugnante.
(Umberto Saba)

L’Italia è come un carciofo che bisogna mangiare foglia per foglia.
(Carlo Emanuele I di Savoia)

La nostra patria è vile.
(Giosuè Carducci)

L’italiano non lavora, fatica.
(Leo Longanesi)

Gratta un italiano, e troverai un trombone pronto a intonarsi a qualunque fanfara purché faccia molto rumore.
(Paul Valéry)

Provo un incanto, in questo paese di cui non mi posso rendere conto: è come nell’amore; e tuttavia non sono innamorato di nessuno.
(Stendhal)

Italiani. Tutti musicisti, traditori.
(Gustave Flaubert)

L’Italia – e non solo l’Italia del Palazzo e del potere – è un Paese ridicolo e sinistro: i suoi potenti sono delle maschere comiche, vagamente imbrattate di sangue: “contaminazioni” tra Molière e il Grand Guignol. Ma i cittadini italiani non sono da meno. Li ho visti, li ho visti in folla a Ferragosto. Erano l’immagine della frenesia più insolente. Ponevano un tale impegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di “raptus”: era difficile non considerarli spregevoli o comunque colpevolmente incoscienti.
(Pier Paolo Pasolini)

L’Eldorado è sulla terra. Con l’Italia si vive come con un’amante, oggi in furibondo litigio, domani in adorazione.
(Arthur Schopenhauer)

Questo popolo di santi, di poeti, di navigatori, di nipoti, di cognati…
(Ennio Flaiano)

Gli italiani sono cattolici e laici, ma anche ai più laici piace la benedizione del papa. Non si sa mai.
(Giorgio Gaber)

X