Le 35 più belle frasi sul Tempo di Seneca

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 4,25 su 5)
Loading...
Le 35 più belle frasi sul Tempo di Seneca
La morte di Seneca (Jacques-Louis David)

Lucio Anneo Seneca è stato uno dei più importanti filosofi della storia antica. Oltre ad essere uno dei principali esponenenti del movimento filosofico conosciuto col nome di Stoicismo, nella sua vita fu molto impegnato nella vita politica di Roma dove ricoprì i ruoli di senatore e di questore.

Secondo il suo pensiero per raggiungere la saggezza l’uomo deve far prevalere la ragione sulle passioni attraverso le virtù dell’autocontrollo e del distacco. Solo con la razionalità e la sapienza l’essere umano può elevarsi verso l’assoluta integrità morale e intellettuale.

Qui di seguito una raccolta delle più belle frasi sul tempo di Seneca per riflettere, attraverso il suo modo di vedere, sul passare delle cose e delle nostre vite. Eccole!

Aforismi, citazioni e frasi sul tempo di Seneca

  • Quello che non poté guarire la ragione, l’ha spesso guarito il tempo.
  • Non è vero che abbiamo poco tempo: la verità è che ne perdiamo molto.
  • Mentre perdiamo il nostro tempo tra indugi e rinvii, la vita passa.
  • Parte del tempo ce lo strappano di mano, parte ce lo sottraggono con delicatezza, e parte scivola via senza che ce ne accorgiamo.
  • Mentre perdiamo il nostro tempo tra indugi e rinvii, la vita passa.
  • Voi vivete come se doveste vivere sempre, non pensate mai alla vostra fragilità, non volete considerare quanto del vostro tempo è già trascorso. Buttate via il tempo come se lo attingeste da una fonte inesauribile.
  • Si usa il tempo senza risparmio, quasi non costasse nulla.
  • Nessuna spesa è più nobile di quella che si fa per l’acquisto dei libri, ma nessuna spesa è meno giudiziosa di quella fatta per l’acquisto di troppi libri. A che serve una enorme quantità di volumi, dei quali, nella brevità della vita, si abbia appena il tempo di leggere i titoli? Meglio leggere e rileggere pochi autori eccellenti che leggicchiarne migliaia.
  • Estremamente breve e travagliata è la vita di coloro che dimenticano il passato, trascurano il presente, temono il futuro: giunti al momento estremo, tardi comprendono di essere stati occupati tanto tempo senza concludere nulla.
  • Alla sapienza non si può nuocere, il tempo non la cancella, nessuna cosa la può sminuire.
  • Breve è la vita che viviamo davvero. Tutto il resto è tempo.
  • Certi momenti ci vengono portati via, altri sottratti e altri ancora si perdono nel vento. Ma la cosa più vergognosa è perder tempo per negligenza.
  • La vita è divisa in tre momenti: passato, presente, futuro. Di questi, il momento che stiamo vivendo è breve, quello che ancora dobbiamo vivere non è sicuro, quello che già abbiamo vissuto è certo.
  • La vita è breve: evitiamo, dunque, programmi troppo estesi: ogni giorno, ogni ora ci mostra la nostra nullità e ricorda a noi smemorati, con qualche nuovo argomento, la nostra fragile natura. Allora noi, che facciamo programmi come se la nostra vita fosse eterna, siamo costretti a pensare alla morte. Si volge, infatti, ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente.
  • Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata.
  • Nessuno è tanto vecchio da non poter sperare in un altro giorno di vita. E un solo giorno è un momento della vita.
  • Il tempo scopre la verità.
  • Il tempo scorre velocissimo e ce ne accorgiamo soprattutto quando guardiamo indietro: mentre siamo intenti al presente, passa inosservato, tanto vola via leggero nella sua fuga precipitosa.
  • Immagina di abbracciare l’immensità del tempo e l’universo, e poi paragona all’infinito quella che chiamiamo vita umana: vedrai come è poca cosa questa vita che desideriamo e cerchiamo di prolungare.
  • L’unico bene, la condizione fondamentale per una vita felice, è la fiducia in se stessi… nè può renderti felice la bellezza o la forza del corpo: nessuno di quei beni resiste al passare del tempo.
  • Moriamo ogni giorno: ogni giorno ci viene tolta una parte della vita e anche quando ancora cresciamo, la vita decresce. Abbiamo perduto l’infanzia, poi la fanciullezza, poi la giovinezza. Tutto il tempo trascorso fino a ieri è ormai perduto; anche questo giorno che stiamo vivendo lo dividiamo con la morte. Come la clessidra non è vuotata dall’ultima goccia d’acqua, ma da tutta quella defluita prima, così l’ora estrema, che mette fine alla nostra vita, non provoca da sola la morte, ma da sola la compie; noi vi giungiamo in quel momento, da tempo, però, vi siamo diretti.
  • Metti a frutto ogni minuto; sarai meno schiavo del futuro, se ti impadronirai del presente. Tra un rinvio e l’altro la vita se ne va.
  • Non esiste alcun bene duraturo all’infuori di quello che l’animo trova dentro di se.
  • Che giovano a quell’uomo ottant’anni passati senza far niente? Costui non è vissuto, ma si è attardato nella vita, né è morto tardi, ma ha impiegato molto tempo per morire.
  • Chi ha molto da fare non ha tempo di abbandonarsi alla dissolutezza. Senza dubbio il lavoro cancella i vizi generati dall’ozio.
  • Di tempo non ne abbiamo poco, ne sprechiamo tanto. L’uomo grande non permette che gli si porti via neanche un minuto del tempo che gli appartiene.
  • L’unico tempo certo è quello passato.
  • La vita è abbastanza lunga per chi, come il saggio, sa vivere intensamente ogni istante. A lamentarsi della brevità della vita è invece lo stolto, poiché, in realtà, egli non domina le cose ma ne è dominato e vive in una condizione di perenne alienazione: egli non è padrone di se, né del suo tempo e paradossalmente giunge spesso alla fine della sua vita senza aver realmente vissuto.
  • La vita è come una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata.
  • Niente ci appartiene, solo il tempo è nostro.
  • Niente dura sempre, poche cose a lungo; varia solo il loro modo di essere fragili, il loro modo di finire, ma tutto ciò che ha avuto un inizio avrà anche una fine.
  • Non è il caso che tu creda di aver perso tempo e fatica, se hai imparato per te stesso.
  • Tutti muoiono nel giorno stabilito dal destino. Non perdi nulla del tempo che ti è stato assegnato; quello che lasci non ti appartiene.
  • Nessuno ti renderà gli anni, nessuno ti restituirà a te stesso; andrà il tempo della vita per la via intrapresa e non tornerà indietro né arresterà il suo corso; non farà rumore, non darà segno della sua velocità: scorrerà in silenzio, non si allungherà per editto di Re o favore di popolo; correrà come è partito dal primo giorno, non farà mai fermate, mai soste. Che avverrà? tu sei affaccendato, la vita si affretta: e intanto sarà lì la morte, per la quale, tu voglia o no, devi aver tempo.
  • Ci stupisce sempre il vedere gente che chiede agli altri il loro tempo ed i richiesti accogliere prontamente la domanda; tutti e due guardano al motivo della richiesta di tempo e nessuno bada al tempo in quanto tale: lo si chiede e lo si dà, come fosse una cosa di nessun conto. Giocano con il bene più prezioso di tutti, un bene che li inganna… Nessuno ti restituirà gli anni, nessuno ti restituirà te stesso…

Ti potrebbero interessare:

X