Frasi Tristi sulla Morte: le 25 più malinconiche e toccanti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 5,00 su 5)
Loading...
Frasi Tristi sulla Morte: le 25 più malinconiche e toccanti

La morte di una persona cara è un evento che ci sconvolge e che non riusciamo facilmente ad accettare. Eppure è un elemento assolutamente naturale che riguarda ogni essere vivente.

Davanti alla morte siamo tutti impotenti e non possiamo fare altro che farne un motivo per concludere qualcosa di positivo durante la nostra esistenza.

Qui di seguito una selezione di frasi tristi sulla morte che ce ne presentano il lato più drammatico ed emozionante. Eccole!

Aforismi, citazioni e frasi tristi sulla morte

Il grande problema dell’uomo è la vita, il grande problema della vita è la morte.
(Joseph Joubert)

Solo nell’agonia della separazione guardiamo nelle profondità dell’amore.
(George Eliot)

E chi di voi, per quanto si affanni, può aggiungere uno spazio di tempo alla sua vita?
(Gesù – Vangelo secondo Matteo)

Frasi aggiungere ora vita Gesù

Non voglio e non posso figurarmi un individuo che sopravviva alla sua morte corporale: quante anime deboli, per paura e per egoismo ridicolo, si nutrono di simili idee.
(Albert Einstein)

Gli addii sono solo per coloro che amano con i loro occhi. Perché per chi ama con il cuore e con l’anima non esiste la separazione.
(Gialal al-Din Rumi)

Ciò che mi fa più paura non è la morte, ma la sensazione di non aver vissuto appieno la vita.
(Marilyn Monroe)

Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.
(Giovanni Falcone)

Frasi testa alta muore Falcone

La vita è un sogno da cui ci sveglia la morte.
(Hodjviri)

In questo mondo non vi è nulla di certo, tranne la morte e le tasse.
(Benjamin Franklin)

E se Dio avesse inventato la morte per farsi perdonare la vita?
(Gesualdo Bufalino)

Morire è tremendo, ma l’idea di morire senza aver vissuto è insopportabile.
(Erich Fromm)

Morire e separarsi è un male minore; ma andarsene e vivere, là, c’è il tormento.
(George Lansdowne)

Di fronte a se stesso ognuno è immortale; può sapere che sta per morire, ma non potrà mai sapere che è morto.
(Samuel Butler)

Chi sa morire, ha saputo vivere.
(Xavier Forneret)

Sappiate intanto che ad ogni vita sta dietro la morte, che ad ogni connubio sta dietro la separazione! Non è senza feccia il liquor della vita, e anche il raso ha le sue strie.
(Saˁdi)

Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano, ma sono ovunque noi siamo.
(Agostino d’Ippona)

Frasi amiamo perduto ovunque Agostino

Il silenzio assoluto porta alla tristezza. È l’immagine della morte.
(Jean-Jacques Rousseau)

Ho raggiunto il punto in cui non mi importa più se vivo o muoio. Il mondo continuerà a girare senza di me, non posso far nulla per cambiarne gli eventi.
(Anna Frank)

Dopo la morte sarai quello che eri prima della nascita.
(Arthur Schopenhauer)

Vivere è morire, perché non abbiamo un giorno in più nella nostra vita senza avere, al contempo, un giorno in meno.
(Fernando Pessoa)

Frasi vivere morire giorno Pessoa

Essere morti significa svegliarsi dalla parte sbagliata dei propri sogni.
(Harry Mülisch)

Perdendo l’amore e il rispetto per noi stessi, è così che alla fine moriamo.
(Maya Angelou)

Non c’è cura per la nascita e la morte se non godersi l’intervallo.
(George Santayana)

Frasi cura nascita morte intervallo

Chi può sapere se il vivere non sia morire e se il morire non sia vivere?
(Euripide)

La vita è uno strano regalo. All’inizio lo si sopravvaluta, questo regalo: si crede di aver ricevuto la vita eterna. Dopo lo si sottovaluta, lo si trova scadente, troppo corto, si sarebbe quasi pronto a gettarlo. Infine, ci si rende conto che non era un regalo, ma solo un prestito.
(Eric-Emmanuel Schmitt)

Andarsene è il destino di tutta l’umanità. Il mondo è un teatro di continue assenze e le mani che oggi afferrano il cordiale saluto sono condannate da tanto tempo a unirsi per l’ultima volta, quando le labbra tremanti pronunciano la parola: Addio.
(Robert Michael Ballantyne)

Assai più che la Vita, è la Morte a tenerci sovente con lacci sottili.
(Charles Baudelaire)

La morte deve essere così bella. Trovarsi nella soffice terra marrone, con le erbe che ondeggiano sopra la testa e ascoltare il silenzio. Non avere ieri, né domani. Per dimenticare il tempo, per dimenticare la vita, per essere in pace.
(Oscar Wilde)

X