Frasi di Vasco Rossi: le 45 più belle e famose (con immagini)

Frasi di Vasco Rossi

Vasco Rossi, conosciuto dai suoi fan anche solo come Vasco (o Blasco), è un cantautore italiano di grande successo con un pubblico di tutte le età.

Nel nostro Paese è difficile trovare qualcuno che non conosca le parole delle sue canzoni con le quali ha vinto innumerevoli premi e riconoscimenti, compresa una laurea honoris causa in Scienze della comunicazione.

Ecco quindi le più belle e famose frasi di Vasco Rossi che ci aiuteranno a celebrarne la poetica, ma anche il lato più trasgressivo. Scoprile subito!

Aforismi, citazioni e frasi di Vasco Rossi

La vita non è una commedia che puoi provarla prima. La devi vivere improvvisando.

La vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia.
(Sally)

Frasi vita brivido Vasco Rossi

Prendere la vita sul serio sarebbe logico se essa non fosse un inganno. E che sia un inganno lo si capisce subito.

E ho guardato dentro a un’emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore.
(Senza parole)

Ricordatevi che la libertà ha un costo, deve essere difesa giorno dopo giorno. Non è una cosa acquisita per sempre. Settant’anni fa molta gente in questo paese è morta per la libertà. Ve lo siete dimenticato?

Il cielo lasciamolo ai passeri. Noi restiamo con i piedi per terra.

Frasi cielo passeri Vasco Rossi

Il rock ti dà l’idea che tutti ce la possono fare.

Domani sarà tardi per rimpiangere la realtà… è meglio viverla.
(Gabri)

Essere una rockstar, per me, vuol dire piangere, ridere, divertirsi, e far piangere, far ridere, far divertire.

La mia “arte” fotografa la realtà, non la inventa. Questo è il linguaggio del rock. Chi vuol capire veramente ascolti. E se a qualcuno dà fastidio, tanto meglio. È ora che si svegli.

Voglio una vita che non è mai tardi, di quelle che non dormi mai. Voglio una vita, la voglio piena di guai.
(Vita spericolata)

Nella vita mi è sempre piaciuto frequentare i limiti di tutto. Ma la libertà ha senso se è comunque all’interno di un limite, sennò non è libertà è caos.

Voi abili a tenere sempre un piede qua e uno là, avrete un avvenire certo in questo mondo qua, però la dignità dove l’avete persa?
(Gli spari sopra)

Le stelle stanno in cielo, i sogni non lo so, so solo che son pochi quelli che si avverano.
(Ridere di te)

Frasi stelle sogni Vasco Rossi

Respiri piano per non far rumore, ti addormenti di sera e ti risvegli col sole, sei chiara come un’alba, sei fresca come l’aria.
(Albachiara)

Nessuno può giudicare le mie scelte o i miei pensieri, perché nessuno ha mai provato le mie emozioni o i miei dolori.

Una canzone per te, non te l’aspettavi, eh! Invece eccola qua, come mi è venuta, e chi lo sa? Le mie canzoni nascono da sole, vengono fuori già con le parole.
(Una canzone per te)

Un artista non deve avere pudore. Altrimenti non è un artista.

Ci sono dei giorni che mi sento da buttare via e altri in cui sono fiero di me. Non ho ancora capito quali sono quelli giusti.

La vita non è facile, ma a volte basta un complice e tutto è già più semplice.
(Brava Giulia)

Il mondo è vostro, è nelle vostre mani. Fate quel cazzo che volete… ma fatelo bene!

Senza la libertà noi non abbiamo niente. Noi non siamo niente.

E questa sera nel letto metterò qualche coperta in più perché se no avrò freddo senza averti sempre, senza averti sempre addosso.
(Canzone)

C’è sempre una nuova sfida da prendere o lasciare, da vincere o perdere.

Chi detiene il potere vuole che la gente sia triste. E abbia paura. Noi artisti per la tristezza possiamo far qualcosa, per la paura… vi dico guardate meno i telegiornali e guardatevi più intorno, che è quello che conta.

Penso quindi sono… fottuto.

Frasi penso fottuto Vasco Rossi

E vivo di emozioni che tu non sai nemmeno di darmi.
(Rewind)

Chi detiene il potere vuole che la gente sia triste. E abbia paura, lo diceva Spinoza. Noi artisti per la tristezza possiamo far qualcosa, per la paura… Vi dico guardate meno i telegiornali e guardatevi più intorno, che è quello che conta.

Coca cola si! Coca Cola, coca, casa e chiesa!
(Bollicine)

Voglio trovare un senso a questa sera, anche se questa sera un senso non ce l’ha.
(Un senso)

Non ho paura di parlare delle mie debolezze, visto che, paradossalmente, sono la mia forza.

L’uomo ha bisogno di trovare un senso e il senso ognuno lo trova e lo dà a quello che fa, quindi un senso ce l’ha per lui. Però non puoi venirmi a dire che il senso giusto è il tuo, ognuno troverà il suo senso, ci vuole tolleranza.

E ora tu chissà dove sei, avrai trovato amore o come me cerchi soltanto le avventure perché non vuoi più piangere?
(Anima fragile)

Mi chiedi se esiste qualcosa più forte dell’amore? Certo che esiste! L’orgoglio è di gran lunga più forte, sai quante vittime fa quello stronzo?

Qui non hai la scusa che ti può tenere su, qui la notte è buia e ci sei soltanto tu.
(Gli angeli)

La cosa più difficile non è essere dei fenomeni o degli eroi, la cosa più difficile è essere persone normali.

La realtà, a vederla bene, è dura, squallida, non sempre giusta, ma io la prendo come una sfida e dico sempre: andiamo a vedere fino in fondo. Questo è ciò che ci fa essere uomini, andare avanti nonostante tutto, anche se intorno la realtà ti fa schifo.

Niente dura, niente dura, e questo lo sai. Però non ti ci abitui mai.
(Dannate nuvole)

Impari presto che i sogni sono destinati a infrangersi, ma chi se ne frega dei muri. Conta il fatto che quando uno sogna, sta da Dio. Conta il viaggio che il sogno ti fa fare. Conta non stare mai fermi, non importa dove arrivi, tanto poi devi ripartire.

Ho fatto un patto sai, con le mie emozioni. Le lascio libere, e loro non mi fanno fuori.
(Manifesto futurista della nuova umanità)

Mi piacciono le persone ferite, quelle che hanno paura. Mi piacciono perché pensano di non essere speciali ed invece non sanno che sono le persone migliori.

Egoista, certo. Perché no? Perché non dovrei esserlo? Quando c’ho il mal di stomaco, con chi dovrei condividerlo?
(Cosa succede in città)

Un artista vive sempre in fuga, ma non in fuga da se stesso o dalla realtà, vive in fuga dai posti di blocco del conservatorismo, dall’omologazione, dall’ipocrisia.

Me ne fotto da sempre di tutto e di tutti… soprattutto quando scrivo canzoni. Il mio principio è stato e sarà sempre “chi mi ama mi segua”. Altrimenti senza rancore, ognuno per la sua strada. Non faccio, non ho mai fatto e non farò mai compromessi su questo!

Cantare davanti ai miei fan mi fa star bene… è la dimostrazione chiara che la canzone è loro. Che le emozioni che io racconto sono emozioni loro, che le proviamo tutti, e ci scarichiamo tutti insieme… è una catarsi. Per quello dopo si sta meglio. Magari non abbiamo cambiato il mondo, però siamo cambiati un po’ noi, abbiamo cambiato il nostro umore, ci siamo sfogati.

X