Le 35 più belle frasi in Latino sul Vino (con traduzione)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
Loading...
Le 35 più belle frasi in Latino sul Vino (con traduzione)

L’origine del vino è molto antica ed è provato che se ne facesse uso già diversi millenni prima di Cristo, come dimostrato attraverso la presenza del vino in alcuni bassorilievi mesopotamici e in alcuni geroglifici dell’antico Egitto.

I popoli dell’antica Grecia dedicarono al vino una divinità (Dionisio) così come i romani (Bacco). Ancora oggi, questa bevenda è molto utlizzata e conosciuta per le sue tante proprietà e benefici, ovviamiente quando consumata con moderazione.

Qui di seguito una serie delle più belle frasi in latino sul vino che ne decantano gli effetti e le proprietà, ma che ci danno anche uno spaccato di una cultura latina non così lontana da quella presente. Eccole:

Proverbi, citazioni e frasi in latino sul vino (con traduzione)

In vino veritas.
Nel vino la verità.

Vinum bonum laetificat cor hominis.
Buon vino fa buon sangue.

Aes formae speculum est, vinum mentis.
Il bronzo è lo specchio della persona, il vino lo è della mente.

Vinum Vita Est.
Nel vino è la vita.
(Petronio Arbitro)

Annosum vinum, socius vetus, et vetus aurum, haec sunt in cunctis trina probata locis.
Vino vecchio, amico di vecchia data e oro sono tre argomenti apprezzati dappertutto.

Dum vinum intrat, exit sapientia.
Mentre entra il vino esce il buonsenso.

Laudato vino non opus est hedera.
Dove si bene vino buono non serve insegna.

Praesumitur bonus de bono genere natus.
La botte da il vino che contiene.

Vino vendibili suspensa hedera nihil opus / Vino vendibili suspensa hedera non est opus.
Il buon vino non ha bisogno di insegna.

Vinum animi speculum.
Il vino è lo specchio dell’animo.

Si tibi serotina noceat potatio, vina hora matutina rebibas.
Se il bere alla sera ti è di danno, ribevi al mattino, e sarai guarito.
(Scuola medica salernitana)

Vina probantur odore, sapore, nitore, calore. Si bona vina cupis, haec quinque probantur in illis: fortia, formosa, fragrantia, frigida, frisca.
Fan palese il vin sapore, limpidezza, odor, colore. Se il buon vin conoscer brami, cinque cose ei ti richiami: sia formoso, sia fragrante, forte sia, fresco e frizzante.
(Scuola medica salernitana)

Salvia, sal, vinum, piper, allia, petroselinum: ex his fit salsa, nisi sit commixtio falsa.
Aglio, salva e pepe fin, sal, prezzemolo e buon vino, se il miscuglio non si falsa, forman sempre buona salsa.
(Scuola medica salernitana)

Bibamus et gaudeamus dum iuvenes sumus, nam tarda senectus venit, et post eam mors, post mortem nihil.
Beviamo e godiamo mentre siamo giovani, poiché presto giunge la vecchiaia, e dopo questa la morte, e dopo la morte il nulla.
(Cantico Medievale)

Sum ergo bibo; bibo ergo sum.
Io sono, dunque bevo; io bevo, dunque sono.

Inter prandendum sit saepe parumque bibentum.
Mentre mangi, bevi poco e spesso.
(Scuola medica salernitana)

Vina bibant hominis, animantia cetera fontes.
Il vino lo bevano gli uomini, gli altri animali alle fonti.
(Scuola medica salernitana)

Vinum spumosum, nisi defluat est vitiosum.
Il vino è cattivo se la schiuma non va subito via.
(Scuola medica salernitana)

Ut vives poenam de potibus incipe coenam.
Per vivere lontano dai malanni comincia con buone bevande i tuoi pasti.
(Scuola medica salernitana)

Sitis licita, etiam potio licita.
È lecito aver sete, dunque è lecito anche il bere.

Inter pocula silet negotia.
Tra i bicchieri tacciono gli affari.

Deficente vino, deficit omne.
Se manca il vino, manca tutto.

Bibere humanum est, ergo bibamus.
Umana cosa è bere, dunque beviamo.

Ave color vini clari, ave sapor sine pari.
Salute o vino dal chiaro colore, salute o vino dal sapore senza uguale.

Primum gotum – bibe totum; ad secundum – vide fundum; erit tertium sicut primum, et sic semper bibe vinum.
Il primo bicchiere devilo tutto, al secondo vedi il fondo; fa col terzo come il primo, e così sempre bevi il vino.

Vinum bonum laetificat cor hominis.
Il vino buono fa buon sangue.

Bibite frates, bibite, ne diabulus vos otiosas inveniat.
Bevete fratelli, bevete, affinchè il diavolo non vi sorprende in ozio.
(Fra Gaudenzio)

Nulla placere diu nec vivere carmina possunt quae scribuntur acquae potoribus.
I versi scritti dai bevitori d’acqua non possono piacere né durare a lungo.
(Quinto Orazio Flacco)

Potus aquae sumtus fit edendi valde nocivus.
Il bere troppa acqua a tavola è nocivo.
(Scuola medica salernitana)

Gignit et humores melius vinum meliores.
Dal vino migliore vengono migliori umori.
(Scuola medica salernitana)

Qui bene bibit, bene dormit; qui bene dormit non peccat; qui non peccat vadit in caelum. Ergo, qui bene bibit vadit in caelum.
Chi beve bene, dorme bene; chi dorme bene non pecca; chi non pecca va in cielo. Quindi chi beve bene va in cielo.

Vinum opus dei, ebrietas opus diabuli.
Vino opera di Dio, ubriachezza opera del diavolo.
(San Giovanni Crisostomo)

Vinum etiam senes adducit ut saltent vel nolentes.
Il vino fa ballare gli anziani anche loro malgrado.
(Ateneo)

Nunc est bibendum, nuc pede libero pulsanda tellus.
Ora bisogna bere, ora bisogna far risuonare la terra con libero piede.
(Orazio)

Vino vendibili suspensa hedera non opus est.
Il buon vino non vuole le frasche.
(Lucio Giunio Moderato Columella)

Vina parant animos faciuntque caloribos aptos.
I vini preparano gli animi e li rendono aperti agli ardori.
(Ovidio)

Bibamus papaliter.
Beviamo da papa.
(Papa Benedetto II)

X