Parolacce in Romano (con traduzione): le 50 più famose e divertenti

Parolacce in Romano

Una delle caratteristiche più originali del nostro Paese è la presenza di numerosissimi dialetti che presentano a loro volta moltissime espressioni particolarmente divertenti.

Se il dialetto di Roma è sicuramente uno tra i più famosi e divertenti, lo sono altrettanto anche le parolacce in romano.

Ecco quindi un’ampia selezione di parolacce in romano “belle”, divertenti e molto curiose. Scoprile subito!

Insulti e imprecazioni e parolacce in romano

A ‘nfame
Senza onore

Va’ mmorì ammazzato
Ammazzati

Burino
Zoticone

Cazzaro
Bugiardo

Te possa pijà ‘n corpo
Che ti venga un colpo

C’hai ‘n dente ogni mezz’ora
Sei sdentato

Te sfragno er grugno
Ti spacco la faccia

Devi solo che abbozzà
Devi solo provarci a reagire

Cacasotto
Pauroso

Sei popo daa Lazio
Sei proprio della lazio (per i tifosi della roma)

E ‘sti cazzi
Chi se ne frega

‘N te sputo, che t’amprofumo
Non ti sputo che ti profumo

Belli capelli
Bei capelli (in senso ironico)

Marimbarza
Non mi sfiora minimamente

Te piscio ‘n culo
Non mi interessa quel che pensi

Te sto a ‘mbrutti
Mi stai irritando

A zorro, ariccojte ‘a sciabbola
Calmati

Stai tranchillo
Calmati

Ciccia ar culo
Obeso

Te sporvero la faccia
Ti prendo a schiaffi sul viso

Te sdrumo
Ti distruggo

Te potessi risveja’ freddo
Muori

T’arivorto come ‘n pedalino
Ti rigiro come un calzino

Me stai a sgara’ li cojoni
Non ti sopporto più

Buzzicone
Obeso

Si te cojo te sdrajo
Se ti prendo ti uccido

C’hai ascelle commosse
Hai le ascelle sudate

Mortacci tua
I morti tuoi (usato anche come semplice esclamazione)

Che te possino ammazzatte
Mannaggia a te

Bucio de culo
Fortuna

Faggiano
Scemo

Te corco de botte
Ti picchio

Ciocco de legno
Stupido

Sdraiona
Ragazza facile

Nun t’arrapa’
Non esagerare

Te sporvero
Ti picchio

Sto a sbrocca
Sto perdendo la pazienza

A coso
Per chiamare una persona di poco valore

A cometechiami
Per chiamare una persona di cui non interessa il nome

Nun me caca’ er bozzo
Non mi infastidire

Stai a di’ ‘na calla
Stai dicendo una fesseria

Te parto de capoccia
Ti do una testata

Se te vede la morte, se gratta
Porti sfortuna

Er duca
Persona con pochi capelli (er du’ capelli)

Stai a fa’ ‘r simpatico
Sei simpatico (in senso ironico)

Càcate ‘n mano e datte ‘no schiaffo
Cagati in mano e prenditi a schiaffi da solo

Stai a pattina’ sur filo der vaffanculo
Ti sto per mandare a fanculo

Èsse stupidi è ‘n diritto, ma tu te n’approfitti
Sei esageratamente stupido

Peccato che cachi, sinnò saresti pòpo ‘n ber soprammobbile
Sei una persona inutile

Te do ‘na pizza che t’arestano pe’ vagabondaggio
Ti do uno schiaffo che ti arrestano per vagabondaggio

C’hai er fisico de ‘n lanciatore de coriandoli
Hai un fisico da lanciatore di coriandoli

X