Parolacce Divertenti: 50 insulti tutti da ridere

Parolacce Divertenti

Ci sono momenti in cui chi abbiamo di fronte merita parole non poco gentili da parte nostra, ma non sempre riusciamo a trovare quelle giuste da dire.

Un’idea è quella di usare parolacce divertenti che lascino di stucco il nostro rivale in modo simpatico e spiritoso.

Ecco quindi una raccolta di parolacce divertenti da imparare assolutamente a memoria e usare all’occorrenza. Scoprile subito!

Insulti, imprecazioni e parolacce divertenti

Per me sei come il 30 febbraio.

Mi fai arrapare il dito medio.

Tu per me hai solo un difetto: respiri.

Parolacce divertenti difetto

Se Pirandello ti avesse conosciuto avrebbe scritto Uno, Nessuno e Vaffanculo.

Se il lunedì fosse una persona, quella persona saresti tu.

Non ti picchio solo perché sono contro la violenza sugli animali.

Fossi il tuo cane ti abbandonerei in autostrada.

Vorrei pestarti solo per vedere se veramente porti fortuna.

Se ti piace tanto fare tanto la vittima, ammazzati.

Ti auguro una vita tutta rose e fiori e una forte allergia al polline…

Insulti divertenti polline

Incontrarti è stato come trovare un capello nella pasta.

Sei così troia che se leggi “aprile” non pensi sia un mese, ma un verbo.

Se la merda fosse oro tu saresti un gran tesoro.

Sei un fiore. Pisciato dai cani.

Mi dispiace, non posso darti ragione, sennò saremmo in due ad avere torto.

Se arrivano gli alieni sulla Terra per trovare forme di vita intelligenti, tu nasconditi che sennò facciamo una figura di merda.

Sei così grasso che come cintura usi l’equatore.

Sei così stronzo che sudi merda.

Ti auguro “se io avrei” al primo appuntamento.

Parolacce divertenti appuntamento

Nella tua vita hai commesso un solo grande errore: nascere.

Fai così schifo che quando ti guardi allo specchio, lo specchio si gira dall’altra parte.

Fai dei corsi per essere così stupido?

Ti prendo per le orecchie e ti alzo come la Coppa Uefa.

Ti auguro di reincarnati in un morbido rotolo di carta igienica.

Sei così troia che quando compili un modulo vicino alla scritta “data” scrivi “sì”.

Se ti vede la morte pensa che sia arrivato il cambio.

L’ultima volta che ho visto qualcosa come te ho tirato l’acqua…

Insulti divertenti acqua

Se scoppia la guerra dei cervelli tu moriresti disarmato.

Vorrei offenderti, ma ci ha già pensato madre natura.

Sei talmente fastidioso che l’unico concorso che potresti vincere è miss stai rompendo le palle.

Se ti sputo in un occhio ti faccio la pulizia del viso.

Sei così cagna che al posto di salutarti, ti accarezzano.

Hai talmente la faccia da culo che per curarti le emorroidi vai dal dentista.

Sei talmente stronzo che quando caghi partorisci.

Vedo qualcosa di bello nei tuoi occhi: il mio riflesso!

Parolacce divertenti specchio

Ti auguro la stessa felicità di Giacomo Leopardi.

Sei talmente troia che sul catalogo Ikea sei nella lista “facile da montare”.

Se tu facessi girare l’economia come fai girare i miei coglioni saremo sicuramente una potenza mondiale.

Se otto donne ti chiedono di uscire, non ti illudere, hai sbagliato bagno.

I tuoi silenzi sono la parte più interessante dei discorsi che fai.

Se ti do un calcio nel culo ti lascio dentro la scarpa.

Ti farei uno sgambetto solo per vedere la caduta di Troia.

Ti auguro un forte mal di pancia e che l’unico cesso in raggio di chilometri sia la tua ragazza.

Sei il mio ieri, il mio oggi e il mio domani… Cavolo, che settimana di merda!

Insulti divertenti settimana

Ti auguro che ti incollino alle orecchie le cuffie con le canzoni di Gigi D’Alessio in loop.

Sei così grasso che se ti vesti di giallo ti scambiano per un taxi.

Sei talmente sfigato che a una gara di sfigati arriveresti secondo perché sei sfigato.

Non hai caldo così vestita di ridicolo?

Sei utile come un paio di mutande in un film porno.

E se un giorno cadrai, io sarò lì. Ovviamente, a prenderti per il culo.

Gli unicorni sono più reali del tuo cervello.

Tanti temporali e neanche un fulmine che ti abbia preso in pieno…

Sei una vergogna per il genere umano.

Ti auguro di andare a letto con una donna meravigliosa e la mattina dopo scoprire che si chiamava Ugo.

X