Modi di Dire Spagnoli: i 35 più belli e famosi (con traduzione e significato)

Modi di Dire Spagnoli

Quando studiamo lo spagnolo, imparare i modi di dire ci aiuta a fare un grande passo in avanti per tutto ciò che riguarda la lingua parlata.

E non son poche infatti espressioni usate quotidianamente dagli spagnoli, che se tradotte letteralmente possono risultarci incomprensibili.

Ecco quindi la nostra selezione dei migliori modi di dire in spagnolo (con traduzione e significato) che ci aiuteranno a migliorare il nostro livello linguistico. Eccoli!

Modi di dire in spagnolo

Estar piripi.
Essere brillo (letteralmente: “essere piripi”).

Mucha mierda.
Buona fortuna (letteralmente: “tanta merda”).

Vender la moto.
Raggirare (letteralmente: “vendere la moto”)

Cantar las cuarenta.
Dirne quattro (letteralmente: “cantare le quaranta”).

No importar un pepino.
È irrilevante (letteralmente: “Non importa un cetriolo”).

Ser un melón.
Non essere molto intelligente (letteralmente: “essere un melone”).

Dar la vuelta a la tortilla.
Girare la frittata.

Pasarse tres pueblos.
Andare oltre il limite (letteralmente: “passarsi tre paesi”).

Llueve sobre mojado.
Piove sul bagnato.

Verle las orejas al lobo.
Rendersi conto di un pericolo (letteralmente: “vedere le orecchie del lupo”).

Me la suda.
Non mi interessa (letteralmente: “mi fa sudare”).

Meter la pata.
Fare un errore (letteralmente: “mettere la tampa”).

Ser un calzonazo.
Essere uno zerbino.

La guinda del pastel.
La ciliegina sulla torta.

Dar calabazas a alguien.
Rifiutare qualcuno (letteralmente: “dare zucche a qualcuno”).

Echar una mano.
Dare una mano.

Ser la oveja negra.
Essere trasgressivo (letteralmente: “essere la pecora nera”).

Ser un gallina.
Essere un codardo (letteralmente: “essere una gallina”).

Meter ficha.
Provare ad approcciarsi con una persona (letteralmente: “mettere un gettone”).

No dar palo al agua.
Essere un nullafacente (letteralmente: “Non dare nemmeno un remo all’acqua”).

Dorar la píldora.
Indorare la pillola.

Tocar madera.
Toccare ferro (letteralmente: “toccare legno”)

Edad del pavo.
Adolescenza (letteralmente: “età del tacchino”).

Dar plantón.
Dare buca a un appuntamento (letteralmente: “mettere di piantone”).

Ser un bombón.
Essere attraente (letteralmente: “essere un cioccolatino”).

Dar gato por liebre.
Imbrogliare (letteralmente: “dare un gatto per una lepre”).

Echar un polvo.
Vivere un’avventura di una notte con qualcuno (letteralmente: “versare della polvere”).

Dormir a pierna suelta.
Dormire profondamente (letteralmente: “dormire a gambe sciolte”).

Hablar por los codos.
Parlare molto (letteralmente: “parlare per i gomiti”).

Ser un rata.
Essere molto avaro (letteralmente: “essere un topo”).

Cortar el bacalao.
Decidere (letteralmente: “tagliare il baccalà”).

Sonar la flauta.
Avere fortuna (letteralmente: “suonare il flauto”).

Tirar la toalla.
Arrendersi (letteralmente: “gettare l’asciugamano”).

Ponerse de mala leche.
Essere scontroso (letteralmente: “prendere del latte cattivo”).

Estar como una cabra.
Essere pazzo (letteralmente: “essere come una capra”).

X