Proverbi su Giugno: i 45 più belli e famosi

Proverbi su Giugno

Il mese di giugno segna il passaggio dalla stagione primaverile a quella estiva.

Un mese, quindi, caratterizzato dai colori dei fiori, dall’arrivo del caldo e dalle lunghe giornate di sole.

Qui di seguito la nostra selezione dei migliori proverbi su giugno che ci offrono un po’ di saggezza legata proprio a questo periodo dell’anno. Eccoli!

Detti, massime e proverbi su giugno

Giugno, la falce in pugno.

D’aprile non ti scoprire, di maggio non ti fidare, di giugno fa quel che ti pare.

Giugno freddino, povero contadino.

A giugno, bene o male, c’è sempre un temporale.

Acqua di Giugno rovina il mugnaio.

Giugno, luglio, agosto, né acqua, né donna, né mosto.

Finché giugno non è all’otto non ti togliere il cappotto.

Giugno ti paga o ti castiga con la paglia o con la spiga.

Giugno, ciliegie a pugno.

Giugno, luglio e agosto, moglie mia stammi discosto.

Se marzo non marzeggia, giugno non festeggia.

Giugno, la vecchia esce dal forno.

Giugno secchetto, erbe a stecchetto; troppo bagnato, vino mancato; se qualche volta, buona raccolta.

Giugno pungente villano piangente.

Di giugno non c’è altra cura che per i campi e per la mietitura.

Giugno la falce in pugno se non è in pugno bene luglio se ne viene.

Di Giugno falce in pugno e se non è in pugno bene Luglio ne viene.

Quando imbrocca d’aprile, vacci col barile; quando imbrocca di maggio, vacci per assaggio; quando imbrocca di giugno, vacci col pugno.

Se piove a san Giovanni l’asciutto farà poco danno.

Se giugno non fa sudare pane e vino fa mancare.

Giugno lavoratore, porta in casa felicità.

Giugno, prepara la falce.

Giugno umido e caldo il contadino è baldo.

Freddo di maggio e caldo di giugno, ce n’è per la casa e per il frate ed ognuno.

Giugno levati il cuticugno, ma non lo impegnare che ti potrebbe abbisognare.

Giugno dona caldo e sete al contadin che miete.

Quando giugno è più asciutto che bagnato lava il barile e tienilo preparato.

Tra maggio e giugno fa il buon fungo.

Giugno dipinge con mille pennelli.

Se giugno fa freddino non avrai manco un quattrino.

Di maggio va adagio, di giugno allarga il pugno.

Giugno ventoso, porta presto il grano sull’aia.

Per San Vittorino [8 giugno] ciliege a quattrino.

A San Barnabà [11 giugno] la falce al prà.

Se piove a Santa Desiderata [12 giugno] casca l’uva e resta la grata.

Sant’Antonio [13 giugno] dalla barba bianca, fammi trovar quel che mi manca.

Quando piove il giorno di San Vito [15 giugno] il prodotto dell’uva va sempre fallito.

La vigilia di San Giovanni [23 giugno], piove tutti gli anni.

Acqua di San Giovanni [24 giugno], acqua da tiranni.

Se piove a San Piero [29 giugno] piove per un an intero.

San Paolo e Pietro [29 giugno] piovosi, per trenta giorni sono dannosi.

X