I 35 migliori Detti e Proverbi sull’Amicizia vera e sincera

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 11 . Media: 4,64 su 5)
Loading...
Proverbi sull'Amicizia Vera e Sincera

Un’amicizia vera e sincera richiede prima di tutto valori quali lealtà, onestà e sincerità. Trovare un amico di cui ci possiamo fidare ciecamente è molto difficile e se ci capita dobbiamo ricordarci di tenercelo ben stretto.

Spesso pensiamo a come siano rare le persone che corrispondo a queste caratteristiche, ma allo stesso tempo bisogna riflettere sul nostro stesso comportamento nei confronti dei nostri amici e cercare di essere sempre trasparenti e pronti ad essergli vicini anche e soprattutto nel momento del bisogno.

Qui di seguito una raccolta di detti e proverbi sull’amicizia vera e sincera con le più belle e conosciute espressioni di saggezza popolare che ci aiuteranno a riconoscerli e ad apprezzarne le tante virtù. Eccole!

Detti, massime e proverbi sull’amicizia vera e sincera

Chi trova un amico trova un tesoro.

Patti chiari amicizia lunga.

L’amico si riconosce nel momento del bisogno.

I veri amici sono come le mosche bianche.

Cuor sincero, amico vero.

Nelle sventure si conosce l’amico.

Non è amico mio quel che risparmia il suo e mangia il mio.

Amico di tutti, amico di nessuno.

Chi sta fermo in casi avversi, buon amico può tenersi.

Chi visita nelle nozze e non nell’infermità, non è amico in verità.

Al bisogno si conosce l’amico.

Amicizia che cessa, non fu mai vera.

Amico beneficato, nemico dichiarato.

Prima di scegliere l’amico bisogna averci mangiato il sale sett’anni.

Se trovi un amico nuovo non obliar l’antico.

Per un bel detto si perde un amico.

Amico di buon tempo mutasi col vento.

Amico di ventura, molto briga e poco dura.

Cessato il guadagno, cessata l’amicizia.

Chi cade in povertà, perde ogni amico.

Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io.

Molto denaro, molti amici.

L’amico certo lo conosci nell’incerto.

Patti chiari, amici cari.

Se hai per amico un orso, avrai bisogno di soccorso.

Chi presta all’amico perde quello ed il denaro.

I libri, come gli amici, devono essere pochi ma buoni.

Né amico riconciliato, né pietanza due volte cucinata.

Amicizia riconciliata è una piaga mai saldata.

Chi sempre prende e niente dona, l’amore dell’amico lo abbandona.

Se vuoi che l’amicizia si mantenga fai che un paniere vada e l’altro venga.

Val più avere amici in piazza, che danari nella cassa.

Chi vuole amici assai, ne provi pochi.

Chi vuole conservare un amico, l’onori in presenza, lo lodi in assenza e l’aiuti nel bisogno.

Grande amicizia genera grand’odio.

Non è amico in verità chi ti visita nelle nozze e non nelle infermità.

X