Proverbi sulla Casa: i 50 più belli e curiosi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 5,00 su 5)
Loading...
Proverbi sulla Casa

La casa è per ognuno di noi quel posto dove ci sentiamo al sicuro, al riparo da tutto, dove possiamo essere noi stessi in assoluta pace e libertà.

La casa ha infatti un grande valore affettivo, ed è quasi come una parte di noi e delle nostra famiglia.

Qui di seguito una raccolta dei migliori proverbi sulla casa che ne esprimono al meglio il valore profondo. Eccoli!

Detti, massime e proverbi sulla casa

Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia, tu mi sembri una badia.

Dalla casa si conosce il padrone.

A casa sua ognuno è re.

I panni sporchi si lavano in casa.

È meglio essere il primo a casa sua che il secondo a casa d’altri.

In casa del diavolo non parlar di acqua santa.

Casa che ha buon vicino, val più qualche fiorino.

Va’ in piazza vedi e odi, torna a casa bevi e godi.

Quando la casa brucia tutti si scaldano.

Chi ha casa e podere, può tremare e non cadere.

Buono è l’amico, buono il parente, ma triste la casa dove non si trova niente.

La bella gabbia non nutre l’uccello.

Basta un matto per casa.

Ad ogni uccello, il suo nido è bello.

Casa fatta e vigna posta, mai si paga quanto costa.

Casa fatta e vigna posta, non si sa quello che costa.

Tre cose cacciano l’uomo di casa: fumo, goccia e femmina arrabbiata.

Chi imbianca la casa, vuole affittarla.

Ha più il ricco in un angolo, che il povero in tutta la casa.

Non nominar la corda in casa dell’impiccato.

Quando brucia il vicinato, porta l’acqua a casa tua.

Beata quella casa che di vecchio sa.

La cucina piccola fa la casa grande.

Il pane fatto in casa è sempre il più saporito.

In casa stringi, in viaggio spendi e in malattia spandi.

Casa forte ha quattro colonne: padre valente, madre prudente, figlio obbediente, fratello compiacente.

È difficile guardarsi dai ladri di casa.

Vale più il fumo di casa mia che l’arrosto dell’altrui.

La gatta grassa fa onore alla casa.

In casa non c’è pace, quando gallina canta e gallo tace.

Chi non cura sua magione, non è uomo di ragione.

Quando la gatta non è in casa, i topi ballano.

Chi ha buona cantina in casa non va pel vino all’osteria.

Chitarra e schioppo fanno andare la casa a galoppo.

Non tutti possono aver la casa in piazza.

Ognuno ha in casa sua il morto da piangere.

In casa de’ galantuomini nasce prima la femmina e poi gli uomini.

Se la pazzia fosse dolore, in ogni casa si sentirebbe stridere.

Gatto e donna in casa, cane e uomo fuori.

Casa il figlio quando vuoi e la figlia quando puoi.

Il pan di casa stufa.

Scrupoli e malinconia, lontan da casa mia.

Casa senza amministrazione, nave senza timone.

Più ne sa un pazzo a casa sua, che un savio a casa d’altri.

A casa dei poltroni è sempre festa.

La casa e la moglie si godono più d’ogni altra cosa.

Il vino in casa non ubriaca.

In casa del calzolaio non si hanno scarpe.

Ogni uccello fa festa al suo nido.

Chi fugge la fatica, non fa la casa a tre piani.

Se la casa è piena, presto si fa la cena.

Se ognun spazzasse da casa sua, tutta la città sarebbe netta.

In casa de’ sonatori non ci si balla.

X