Proverbi sui Figli: i 35 più belli

Proverbi sui Figli

Per un genitore, i figli sono un dono divino da amare per sempre, con i loro pregi e i loro difetti.

I figli non sono facili da crescere, e difficilmente sono esattamente come li vorremmo. Eppure sono una parte di noi, che avanza libera verso cammini inesplorati.

Ecco quindi la nostra raccolta dei migliori proverbi sui figli che ne descrivono la bellezza e tutte le caratteristiche. Scoprili subito!

Detti, massime e proverbi sui figli

I figli sono pezzi di cuore.

Tale padre, tale figlio.

Chi non ascolta il padre in giovinezza, dovrà pentirsene in vecchiezza.

I figli sono la ricchezza dei poveri.

Ogni scarrafone è bell’ ‘a mamma soja (Per una mamma, ogni figlio è il figlio migliore del mondo).

Accasa il figlio quando vuoi, e la figlia quando puoi.

Alleva i tuoi figli poveretti, se li vuoi ricchi e benedetti.

I figli dei gatti mangiano i topi.

Quello che si fa per i figli non si fa per nessuno.

Mazza e pane fanno i figli belli; pane senza mazza fa i figli pazzi.

Chi vuole la figlia accarezzi la madre.

I figli non sono mai troppi.

Chi il figlio troppo accarezza, non ne sentirà l’allegrezza.

I genitori amano i figli, più che i figli i genitori.

All’uomo fortunato nasce prima la figlia.

Chi risparmia il bastone, fa il figlio birbone.

La buona mamma fa la buona figlia.

Tre figlie e una madre, quattro diavoli per un padre.

Ogni scimmia trova belli i suoi scimmiotti.

Figliole e frittelle, più se ne fa più vengon belle.

Non accettare i rimproveri o consigli da chi educare non seppe i propri figli.

A padre avaro figliuol prodigo.

Un padre campa cento figli e cento figli non campano un padre.

Il figlio al padre s’assomiglia, alla madre la figlia.

Chi ha figli grandi, fuor li mandi.

Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.

Pianta che ha molti frutti non li matura tutti.

Chi vuol far bella la famiglia, incominci dalla figlia.

La gente ricca alleva male i suoi cani, e la gente povera i suoi figlioli.

Chi ne ha due ne ha uno, chi ne ha uno ne ha nessuno.

Figlie, vigne e giardini, guardali dai vicini.

I figli succhiano la madre da piccoli, e il padre da grandi.

La prima eredità al primo figlio, l’ultima eredità all’ultimo figlio.

X