Proverbi su Novembre: i 45 più belli e famosi

Proverbi su Novembre

Novembre è noto come il mese caratterizzato dalla rievocazione dei Santi e dei defunti, ma anche come mese del vino e delle prime gelate che anticipano l’inverno.

E sono tanti i motivi per cui questo mese è sicuramente degno di tanti proverbi e detti popolari.

Ecco quindi la nostra selezione dei migliori proverbi su novembre che ci insegneranno un po’ di saggezza antica legata a questo periodo. Scoprili subito!

Detti, massime e proverbi su novembre

Novembre vinaio.

Il mese di bruma, dinnanzi mi scalda, e di dietro mi consuma.

Se di novembre non avrai arato, tutto l’anno sarà tribolato.

Novembre bello o brutto in campagna muore tutto.

Acqua di novembre ridono le pecore.

Gelo di novembre cattiva semente.

Chi non semina di novembre presto o tardi se ne pente.

L’acqua d’ottobre cheta le rane e il sugo di novembre fa parlare le donne.

Novembre trema tutto, dicembre seppellisce l’anno.

La neve di novembre fa bene alla semente.

Novembre bagnato, in aprile fieno al prato.

Acqua di maggio, vino a novembre.

Nebbia d’Ottobre e pioggia di Novembre, fanno scendere tanti beni dal cielo.

Novembre gelato, addio seminato.

Se di novembre tuona, l’annata sarà buona.

Novembre va in montagna e abbacchia la castagna.

Per Ognissanti [1 novembre], manicotto e guanti.

Come fa il giorno dei Santi [1 novembre], così farà a Natale.

Ognissanti [1 novembre] prende e Sant’Andrea [30 novembre] rende.

Prima o dopo i Morti [2 novembre] la burrasca è alle porte.

A San Martino [11 novembre], apri la botte e assaggia il vino.

Chi non beve a San Martino [11 novembre], è un amico malandrino.

Da San Martino [11 novembre] a Natale ogni povero sta male.

A San Martino [11 novembre] lascia l’acqua e bevi il vino.

Da San Martino [11 novembre] l’inverno è in cammino.

L’estate di San Martino [11 Novembre] dura dalla sera al mattino.

Chi vuol far buon vino zappi e poti a San Martino [11 Novembre].

A San Martino [11 novembre], l’inverno è vicino.

A San Martino [11 novembre] ogni mosto è vino.

A San Martino [11 novembre] si sposa la figlia del contadino.

A San Martino [11 novembre] il grano va al mulino.

Il grande e il piccino si vestono a San Martino [11 novembre].

Per San Renato [12 novembre] stura la botte anche il curato.

Per Sant’Omobono [13 novembre] o neve o tempo buono.

Per San Frediano [18 novembre] c’è il vino e manca il grano.

A san Clemente [21 novembre] l’inverno mette un dente.

Da Santa Caterina [25 novembre] il freddo si raffina.

Da Santa Caterina [25 novembre] a Natale è un mese reale.

Per Santa Caterina [25 novembre] la neve si avvicina.

A sant’Andrea [30 novembre], l’inverno monta a cassetta.

Da Sant’Andrea [30 novembre] piglia il porco per la sea. Se non lo puoi pigliare, fino a Natale lascialo stare.

X