Proverbi su Ottobre: i 35 più belli e famosi

Proverbi su Ottobre

Ottobre è un mese particolarmente affascinante, ricco di colori e sfumature incredibili.

E sono numerosi i proverbi e i detti di saggezza popolare dedicati a questo mese, molti dei quali legati alla vita di campagna ma non solo.

Ecco quindi la nostra selezione dei migliori proverbi su ottobre che ci insegneranno diverse cose su questo periodo dell’anno. Scoprili subito!

Detti, massime e proverbi su ottobre

Ottobre è bello, ma tieni in man l’ombrello.

Ottobre, il vino è nelle doghe.

L’acqua d’ottobre cheta le rane e il sugo di novembre fa parlare le donne.

D’ottobre un bell’ovetto è più dolce d’un confetto.

Mosche d’ottobre: mercato quando piove.

Chi a luglio non miete a ottobre ha fame e sete.

Ottobre è quasi matto, ma nessuno gli fa il ritratto.

Nebbia d’Ottobre e pioggia di Novembre, fanno scendere tanti beni dal cielo.

Ottobre mostaio.

Settembre poco sole, ottobre non lo vuole.

Ottobre frondoso inverno freddoso.

Ottobre e marzo sono fratelli.

Ottobre gelato, ogni insetto è debellato.

D’ottobre il vino nelle doghe.

Se di ottobre scroscia e tuona, l’invernata sarà buona.

Ottobre piovoso, campo prosperoso.

Se d’ottobre la foglia sta sul ramo inverno freddo e neve aspettiamo.

Quando viene ottobre bello, leva il vino dal mastello.

Se Ottobre è piovarolo, è pure fungarolo.

Vento d’ottobre grida come l’orco: fa cader la ghianda che fa ingrassare il porco.

A San Simone [2 ottobre] butta via il ventaglio.

A San Francesco [4 ottobre] arriva il tordo e il fresco.

Per Santa Reparata [8 ottobre], ogni oliva è inoliata.

Per Santa Teresa [15 ottobre], semina a distesa.

Se fa bello a San Gallo, [16 ottobre] il bello arriva sino a Natale.

Da San Gallo [16 ottobre] ara il monte e semina la valle.

O molle o asciutto, per San Luca [18 ottobre] semina tutto.

Da San Luca [18 ottobre] a Natale, tutti studiano uguale; da Carnevale a Pasqua, chi studia e chi studiacchia.

A San Simone [28 ottobre] il ventaglio si ripone.

Per San Simone [28 ottobre] il galletto si fa cappone.

Per San Simone [28 ottobre] la nespola ripone.

X