Proverbi sulle Donne: i 50 più belli e divertenti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 4,75 su 5)
Loading...
Proverbi sulle Donne: i 50 più belli e divertenti

Uno degli argomenti che è più considerato nel mondo dei proverbi è quello che riguarda il rapporto tra i sessi e in particolare il genere femminile: le donne.

Le donne, nella tradizione popolare, sono generalmente viste come un qualcosa per cui gli uomini ci perdono la testa e quindi un rischio, ma anche qualcosa da venerare e di cui non se ne può fare a meno.

Ecco quindi una raccolta dei migliori proverbi sulle donne che ne mettono in luce i lati positivi, i comportamenti nella coppia e gli aspetti più divertenti. Scoprili subito!

Detti, massime e proverbi sulle donne

Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.

Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.

Donna baffuta, sempre piaciuta.

Donne e buoi dei paesi tuoi.

Le donne non si toccano neanche con un fiore.

È la donna che fa l’uomo.

Contro due donne neanche il diavolo può metterci il becco.

Donne e motori gioie e dolori.

La donna più sciocca vale due uomini.

L’uomo propone e la donna dispone.

Con il fuoco si prova l’oro, con l’oro la donna e con la donna l’uomo.

Donna al volante pericolo costante.

La donna è come l’ombra: se l’insegui ti scappa, se scappi t’insegue.

Donna nana, tutta tana.

Donna e fuoco, toccali poco.

Chi di una donna brutta s’innamora, lieto con essa invecchia e l’ama ancora.

Donna pelosa, donna virtuosa.

La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.

Non vi è donna senza amore.

Donna che ride, ti ha detto di sì.

Donna pregata nega, trascurata prega.

La donna buona vale una corona.

Dove mancano le donne, piange il povero.

Una rondine non fa primavera, ma tre donne fanno una fiera.

Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.

Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.

La donna troppo in vista, è di facile conquista.

Due donne e un’oca fanno un mercato.

Donna ridarella, o santa o puttanella.

Al buio, le donne sono tutte uguali.

Donne e sardine, son buone piccoline.

Donna prudente, gioia eccellente.

Il barbiere ti fa bello, il vino ti fa sangue e la donna ti fa fesso.

Lagrime di donne, fontana di malizia.

Il cuore della donna è fatto a spicchi.

Le donne hanno quattro malattie all’anno, e tre mesi dura ogni malanno.

Una donna bella, ti fa far la sentinella.

Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.

Donna col naso all’insù, una per casa e nulla più.

Le donne son figliuole dell’indugio.

Niuna guardia è migliore di quella che una donna fa a se stessa.

La donna è come l’onda, o ti sostiene o ti affonda.

Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.

La donna farà la fortuna di un uomo o farà la sua rovina.

Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.

Chi viaggia con donne, non abbia fretta.

L’uomo fa le leggi, la donna i costumi.

Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.

Il gioco, il lotto, la donna e il fuoco non si contentan mai di poco.

La donna e l’orto vogliono un sol padrone.

Col fuoco, donne e mare c’è poco da scherzare.

Donna baciata, mezza guadagnata.

La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.

Le donne degli altri sono sempre più “bone”.

Abito troppo portato e donna troppo vista vengono presto a noia.

Né donna, né tela a lume di candela.

Quando la barba fa bianchino, lascia la donna e tienti il vino.

Salva la spada non salvare la donna.

Putto in vino e donna in latino non fecero mai buon fine.

X