Proverbi Giapponesi: i 50 più belli e illuminanti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 6 . Media: 5,00 su 5)
Loading...
Proverbi Giapponesi: i 50 più belli e illuminanti

Il Giappone è particolarmente famoso e apprezzato in tutto il mondo non solo per l’alto livello di civiltà dei suoi abitanti, ma anche per la sua antica tradizione culturale e filosofica, nonché per i suoi proverbi.

La filosofia giapponese nasce da una fusione tra il pensiero tradizionale Shinto, il Buddhismo, il Confucianesimo e altre religioni dell’Asia, ma non solo. I proverbi giapponesi ne riassumono in parte il pensiero e la saggezza.

Ecco quindi i proverbi giapponesi più belli e ricchi di saggezza che ci aiuteranno a guardare la vita in modo diverso attraverso tematiche come l’amicizia, il tempo, i viaggi e la morte. Scoprili subito!

Detti, massime e proverbi giapponesi

  • Le bocca è fonte di sventura.
    Le parole possono generare disastri.
  • Cadi sette volte, rialzati otto volte.
    Non contano i fallimenti, ma la capacità di risollevarsi.
  • Frasi cadi sette volte rialzati otto
  • Se non entri nella tana della tigre, non catturerai un cucciolo di tigre.
    Se non corri dei rischi, non ne otterrai i frutti.
  • Chi sta per affogare afferra anche a un filo di paglia.
    Quando si è in difficoltà ci si attacca a ogni cosa che può darci ancora speranza.
  • Anche le scimmie cadono dagli alberi.
    Tutti possono commettere degli errori.
  • Il fallimento è l’origine del successo.
    Commettere degli errori serve comunque.
  • Domandare non costa che un istante di imbarazzo, non domandare è essere imbarazzati per tutta la vita.
    È meglio sembrare ignoranti una volta che esserlo per sempre.
  • Anche tra amici bisogna essere cortesi.
    L’educazione è importante anche verso le persone con cui si ha confidenza.
  • Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero.
    Come tra tutti i fiori il migliore è il ciliegio, tra gli uomini il migliore è il guerriero.
  • Dieci persone, dieci colori.
    Ognuno è unico.
  • Non vedere è un fiore.
    La realtà non può competere con l’immaginazione.
  • Ci si affatica nelle faccende e si aspetta il verdetto divino.
    L’uomo fa quel che può, ma alla fine decide la provvidenza.
  • Quello che mischi a un rosso intenso diventerà rosso.
    Equivalente dell’italiano “Chi va con lo zoppo, impara a zoppicare”.
  • Nascondere la testa, ma non il sedere.
    Chi cerca di nascondere i propri difetti finisce per metterne in mostra altri.
  • Possedendo: l’inferno, non possedendo: il paradiso.
    Chi non ha niente di prezioso vive in modo più spensierato.
  • Sii generoso con la tua energia. Sii generoso con i tuoi sorrisi.
    Sii gentile e ben disposto verso il prossimo.
  • Guarda gli errori degli altri e correggi i tuoi.
    Impara dagli errori altrui.
  • Le grandi cose servono come le piccole cose.
    Ogni cosa è importante.
  • Tutti commettono errori. È per questo che c’è una gomma per ogni matita.
    Non scoraggiarti se commetti un errore.
  • Meglio un dango che un fiore.
    Meglio guardare alla concretezza [I dango sono dei dolci tipici giapponesi].
  • l forti mangiano, i deboli sono carne.
    La legge della giungla.
  • La forza di volontà attraversa anche le rocce.
    Con la giusta motivazione si possono ottenere grandi cose.
  • Una persona piena di fiducia ha un sorriso smagliante.
    Il sorriso è un simbolo di forza interiore.
  • Non conoscere la puzza del proprio alito.
    Non rendersi conto dei propri difetti.
  • Essendo stati morsi da un serpente si ha paura anche di una corda marcia.
    Chi ha avuto una brutta esperienza diventa, poi, troppo prudente.
  • Un sorriso è come uno spazzolino. Devi usarlo spesso per mantenere i denti puliti.
    Sorridere fa bene.
  • L’acqua caduta da un vassoio non torna indietro.
    Una volta fatti commessi certi atti, le cose non tornano mai come prima.
  • Un solo giorno con un bravo insegnante è meglio di mille giorni di studio diligente.
    Imparare dagli altri è meglio che imparare da soli.
  • Il palo che spunta viene abbattuto.
    Chi si mette troppo in mostra è soggetto a critica.
  • Anche la polvere quando si accumula diventa una montagna.
    Una piccola cosa in grande quantità ne genera una grossa.
  • Il chiodo che esce fuori verrà colpito (dal martello).
    Meglio non farsi troppo notare.
  • Puoi lasciarti andare alla vergogna durante il viaggio.
    Quando viaggi non preoccuparti di fare brutte figure.
  • Quando il carattere di un uomo ti sembra indecifrabile, guarda i suoi amici.
    Una persona la puoi capire dalle persone che frequenta.
  • Anche un amore di cento anni può raffreddarsi.
    Tutto può finire.
  • La voce dura 75 giorni.
    Una cosa detta a voce piano piano sparisce.
  • Ama gradualmente.
    Perché funzioni, l’amore deve essere un sentimento che cresce a poco a poco e che dura a lungo.
  • Le persone amano essere lodati, perciò fallo quanto più puoi.
    La gentilezza è molto importante.
  • Il cuore delle donne, il cielo d’autunno.
    I sentimenti delle donne cambiano all’improvviso con estrema facilità.
  • Moneta per gatti.
    Equivalente all’italiano “Dare perle ai porci”.
  • Le gambe del serpente.
    Serve a definire qualcosa di superfluo.
  • La necessità è la madre dell’invenzione.
    Dalle necessità nascono le invenzioni.
  • Alla porta di chi ride, fortuna giunge.
    La fortuna va verso chi è ben disposto a ricevrla.
  • Se ci si abita, ogni posto diventa bello.
    Quando ci abituiamo a un posto, ce ne affezioniamo.
  • Anche una pietra fredda, se ci si siede sopra per tre anni, diventa tiepida.
    Con la pazienza si può ottenere tutto.
  • Il ranocchio è figlio della rana.
    Tale padre, tale figlio.
  • Domani soffierà il vento di domani.
    Domani è un altro giorno.
X